02.11. Al punto 2.2 viene chiesta l’implementazione della contabilità analitica e separata, ma non abbiamo istruzioni in merito alle modalità di adozione di questo tipo di contabilità

pubblicato 13 apr 2021, 02:21 da Giordana Di lorenzo   [ aggiornato il 13 apr 2021, 03:14 da Antonio Aggio ]
Con la DGR 2120/2015 la Giunta regionale ha ritenuto fondamentale concentrare la propria attenzione sull’affidabilità economico finanziaria anche in modo correlato alla contabilità separata. A tale fine, quindi, l’Operatore dovrà assicurare la tenuta di un sistema di contabilità separata, ossia contabilità analitica per centri di costo e ricavo, ai fini della tracciabilità delle entrate (fonti) e delle uscite (relativi costi), che consenta di individuare il valore delle entrate e delle uscite riferito a tutte le attività dell’ente. Per le operazioni finanziate tramite avviso pubblico a costi reali o ad Unità di Costo standard, ovvero i progetti di formazione assegnati in affidamento concessorio in seguito all’espletamento di una procedura concorsuale di tipo pubblicistico effettuata attraverso un Avviso Pubblico, deve essere attivato un singolo centro di costo e ricavo riferito al progetto in cui localizzare tutti i costi ad esso direttamente e indirettamente riferibili. 
Gli strumenti per tracciare il dato della contabilità separata possono essere definite dall’ente in autonomia.