02.06. A seguito delle indicazioni contenute nelle linee guida di cui all’allegato A DGR n. 2120 del 30 dicembre 2015 si dispone che, ai fini dell’accreditamento, il bilancio dell’ente sia accompagnato, ai sensi del D. Lgs. n. 39/2010, da una relazione di revisione predisposta da un revisore legale o una società di revisione legale iscritta al Registro dei Revisori Legali. Pertanto si chiede se il richiamo alla normativa sulla Revisione Legale dei Conti (D. Lgs. 39/2010) implichi la necessità che la società adotti un sistema di controllo interno con verifiche periodiche da parte del revisore sulla tenuta della contabilità sociale e sulla corretta rilevazione dei fatti di gestione oltreché alla predisposizione di una relazione a corredo del bilancio o si limiti a fornire un parere professionale sul bilancio d’esercizio nel suo complesso, senza ulteriori verifiche periodiche. Si richiede inoltre se per tale relazione sia previsto il deposito presso il registro delle imprese e se il documento debba essere depositato come documento a corredo (“altro documento”) o come relazione dell’organo di revisione.

pubblicato 13 apr 2021, 02:10 da Giordana Di lorenzo   [ aggiornato il 13 apr 2021, 03:10 da Antonio Aggio ]
L’attività del revisore di norma prevede: 
1. Analizza il contesto organizzativo, ed effettua un’analisi preliminare delle procedure di controllo interno e di redazione del bilancio di esercizio. 
2. Verifica il funzionamento e l’efficacia delle procedure del sistema di controllo interno, effettuando test di conformità/controllo. 
3. Verifica la correttezza, rispetto alla normativa, delle procedure amministrative e della loro applicazione, delle registrazioni contabili e del bilancio. 
4. Rielabora i documenti dell’audit in quanto l’attività deve essere documentata dettagliatamente. Dalla documentazione si deve evincere che il lavoro è stato svolto in conformità ai principi di revisione (principio di revisione n. 230). 
5. Redige la relazione finale di revisione, contenente il giudizio sul bilancio; tale relazione deve essere emessa in accordo con la normativa applicabile e con le direttive emanate dagli organismi professionali. 
Con DGR n. 2120 del 30 dicembre 2015 l’amministrazione chiede la certificazione di bilancio (riconducibile a quanto riportato nel punto 5) mentre i rimanenti compiti sono soggetti al codice deontologico del revisore o società di revisione.